Ponti non muri, il Blog

Archive for the ‘Nuovi ponti’ Category

Il grazie, così bello e sentito, è di Suor Maria, che ogni giorno opera nell’orfanotrofio La Creche. Un ringraziamento particolare va soprattutto a coloro che stanno sostenendo i bambini della Palestina attraverso l’attività delle Adozioni a distanza.

Il grazie di Suor Maria è anche il nostro.

Annunci

Domani 14 luglio, ore 18, a Sassari nella Libreria Messaggerie Sarde, don Nandino Capovilla ci presenta il suo libro “Un parroco all’inferno“. Vi invitiamo a partecipare numerosi. Chi volesse saperne di più può cliccare qui e leggere il bell’articolo apparso sul quotidiano la Nuova Sardegna di oggi (eccolo in formato immagine in questo post).

Grazie, vi aspettiamo!

Associazioni al cinema – Visioni Solidali” è un progetto nato nel 2009 dalla volontà di quattro importanti associazioni impegnate nel territorio per diffondere stili di vita più sostenibili, nei confronti del sociale, dell’ambiente e del rispetto degli animali.

Per la sua seconda edizione “Visioni Solidali” si arricchisce e apre le porte ad otto associazioni che, in altrettanti appuntamenti, proporranno film e documentari, alcuni inediti e in prima visione, a sostegno dei propri messaggi. Dal 5 Luglio al 5 Agosto il Cortile di Palazzo Ducale vedrà susseguirsi le proiezioni proposte da Ponti non Muri, Equomondo, Noi donne 2005, Amnesty, Emergency, Intercanvi, Caritas e Greenpeace che con il supporto dei volontari, e in alcuni casi dell’autore o del regista del film, presenteranno le attività e le campagne che le vedono impegnate nel territorio e non solo.

Ad ogni appuntamento sarà possibile incontrare le diverse associazioni nei rispettivi banchetti informativi e sostenerle attraverso la raccolta fondi o l’adesione alle stesse. La partecipazione all’iniziativa, sostenuta dall’assessorato alla cultura del comune di Sassari, è totalmente gratuita ed aperta a tutti i cittadini.

5 luglio
Ponti non muri presenta “Il giardino di limoni”

12 luglio
Equomondo presenta “La Terra degli Uomini Rossi”

20 luglio
Noi donne 2005 presenta “Manooré – La voce delle donne”

22 luglio
Amnesty International presenta “Come un uomo sulla terra”

27 luglio
Emergency presenta “Afganistan effetti collaterali?”

29 luglio
Intercanvi presenta “Assalto al sogno”

3 agosto
Caritas presenta “Persepolis”

5 agosto
Greenpeace presenta “Petropolis”

Per scaricare il materiale: http://www.valeriamameli.com/2010/06/visioni-solidali-2010/

Mercoledì 14 luglio, ore 18:00. Le Messaggerie invitano a riflettere sulle nefandezze della guerra: insieme a Lavinia Rosa dell’Associazione Ponti Non Muri e con Nandino Capovilla, autore del libro “Un parroco all’inferno”, la serata sarà uno spunto per posare lo sguardo sulle vicende descritte nel libro relative alla sanguinosa guerra di Gaza e alle storie di chi la vive quotidianamente.

Leggi il seguito di questo post »

di Serena Nurra

Serena Nurra, La visione del tempo, 2009 - Polimaterico 30x70

Ci sono luoghi che nascondono significati che stentano ad uscire dall’immaginario comune. Spesso possediamo delle immagini che non sappiamo neanche come e perché si siano formate, sappiamo che ci sono, riconoscibili nella nostra mente e utilizzabili all’occorrenza. Vai in una spiaggia e ti aspetti di trovare il mare, così come quando vai in campagna e ti aspetti di trovare l’erba. Poi un giorno vai in un maneggio e pensi di trovare i cavalli che saltano insieme ai cavalieri. E rimani un po’ confusa nelle presentazioni iniziali: la psicologa, la terapista, le educatrici, gli ausiliari e via dicendo.

Così più o meno è iniziato il mio lavoro all’interno di un maneggio in cui si faceva riabilitazione equestre con persone
portatrici di disabilità fisiche e psichiche. Un lavoro in cui lo strumento essenziale della terapia non è rappresentato dal cavallo, come si è soliti pensare, ma dalle relazioni che, grazie al cavallo, nascono e diventano sempre più importanti.

Leggi il seguito di questo post »

Internet è ufficialmente candidato per vincere il premio Nobel per la Pace 2010.

Come è possibile? Non si tratta di una persona, né di un’associazione, o di qualsiasi altro raggruppamento di uomini e donne di buona volontà. Shirin Ebadi, iraniana, Nobel per la pace nel 2003, lo spiega così:

“Abbiamo finalmente capito che Internet non è una rete di computer, ma un intreccio infinito di persone. Uomini e donne, a tutte le latitudini, si connettono tra loro, attraverso la più grande piattaforma di relazione che l’umanità abbia mai avuto. La cultura digitale ha creato le fondamenta per una nuova civiltà. E questa civiltà sta costruendo la dialettica, il confronto e la solidarietà attraverso la comunicazione. Perché da sempre la democrazia germoglia dove c’è accoglienza, ascolto, scambio e condivisione. E da sempre l’incontro con l’altro è l’antidoto più efficace all’odio e al conflitto.
Ecco perché Internet è strumento di pace.
Ecco perché ciascuno di noi in rete può essere un seme di non violenza.
Ecco perché la Rete merita il prossimo Nobel per la pace.
E sarà un Nobel dato anche a ciascuno di noi”.

Leggi il seguito di questo post »