Ponti non muri, il Blog

Posts Tagged ‘suor maria mastino

Pubblichiamo volentieri un articolo apparso sulla Nuova Sardegna il 22 agosto che parla dell’incontro che si terrà a Sassari il prossimo mercoledì 15 settembre a Sassari (ore 17,30), nell’aula magna della scuola elementare del 5º Circolo didattico di via Gorizia. Ospite d’onore la mitica Suor Maria Mastino, che potrete finalmente conoscere anche di persona e non più solo virtualmente (vedi questo video) e che aspetta la vostra partecipazione.

Un appuntamento da non perdere!

Ponti non muri e la «Crèche»

la Nuova Sardegna — 22 agosto 2010   pagina 21   sezione: SASSARI

  SASSARI. Nuova iniziativa degli animatori del Progetto «Ponti non muri» che si occupa anche dell’adozione a distanza di bambini palestinesi. Mercoledì 15 settembre sarà a Sassari suor Maria, la religiosa di origini sarde che con le consorelle e altri operatori guida l’asilo “Crèche” di Betlemme, dove sono ospitati molti piccoli palestinesi.  Alcuni dei quali, passata la sera ritornano in famiglia e molti di più restano lì perche una famiglia non ce l’hanno. Così, per aiutarli nella loro crescita, è stata promossa l’iniziativa dell’adozione a distanza e sono già stati diversi i cittadini, anche sassaresi, che si sono fatti coinvolgere in quest’opera umanitaria. Il gruppo sassarese degli Humaniora «Ponti non muri», ha organizzato un incontro con suor Maria, che si terrà alle 17.30 nell’aula magna della scuola elementare del 5º Circolo didattico di via Gorizia. Sarà l’occasione per conoscere personalmente la religiosa e farsi raccontare la situazione della «Crèche de la Sainte Famille» e dei bambini adottati a distanza grazie al progetto Ponti non muri e risponderà alle domande.  Intanto, gli organizzatori si rammaricano perchè quest’anno la Fondazione Banco di Sardegna non ha dato il suo contributo per il Progetto che veniva sostenuto sin dal 2006. «Forse quest’anno – dice Lavinia Rosa – sono stati presentati progetti più validi del nostro. Speriamo che i fondi vadano in buone mani e ci ritenteremo per il 2011. Certo – dice -, dovremo trovare strade alternative per continuare ad aiutare i bimbi di Betlemme». E quindi, anche in occasione del 15 settembre, «Ponti non muri» aspetta ogni suggerimento dei cittadini. Nel frattempo, è in distribuzione la rivista di Humaniora «Ponti non muri» con servizi sulla Crèche e su quella Betlemme che resta spesso sconosciuta. E il giornale racconta la visita a musei, mercati e negozi sotto i portici dove si trovano presepi in legno d’ulivo, khefie ricamate e gioielli in argento, essenze.

Il grazie, così bello e sentito, è di Suor Maria, che ogni giorno opera nell’orfanotrofio La Creche. Un ringraziamento particolare va soprattutto a coloro che stanno sostenendo i bambini della Palestina attraverso l’attività delle Adozioni a distanza.

Il grazie di Suor Maria è anche il nostro.

Servizio del 5 febbraio 2010 trasmesso da Videolina sull’Orfanotrofio La Créche di Betlemme e sul progetto Ponti non muri dell’Associazione HumaniorA, laboratorio di ricerca e creazione letteraria e musicale. Con un’intervista a Suor Maria Mastino, coordinatrice dell’orfanotrofio e a Lavinia Rosa, responsabile del Progetto.

 Parole di speranza da Suor Sophie, responsabile dell’orfanotrofio La Crèche
 

Bambini di Betlemme

Carissimi amici,
l’informazione è molto importante ma da farsi con parsimonia e prudenza data la situazione e realtà che si vive. E’ un periodo molto turbato economicamente, per cui gli aiuti sono molto più rari e sporadici. Anche noi d’altronde risentiamo di questa crisi finaziaria. La situazione nella quale crescono i bambini palestinesi è fortemente legata al contesto in cui vivono. I bambini sono persone dipendenti; dipendono soprattutto dalla loro famiglia e dall’ambiente in cui vivono, e questo può influire nel bene e nel male, sono cioè direttamente toccati dalla fortuna o dalla sfortuna di chi sta loro accanto e quelli più vicini sono gli stessi palestinesi.

Leggi il seguito di questo post »