Ponti non muri, il Blog

Pubblichiamo volentieri un articolo apparso sulla Nuova Sardegna il 22 agosto che parla dell’incontro che si terrà a Sassari il prossimo mercoledì 15 settembre a Sassari (ore 17,30), nell’aula magna della scuola elementare del 5º Circolo didattico di via Gorizia. Ospite d’onore la mitica Suor Maria Mastino, che potrete finalmente conoscere anche di persona e non più solo virtualmente (vedi questo video) e che aspetta la vostra partecipazione.

Un appuntamento da non perdere!

Ponti non muri e la «Crèche»

la Nuova Sardegna — 22 agosto 2010   pagina 21   sezione: SASSARI

  SASSARI. Nuova iniziativa degli animatori del Progetto «Ponti non muri» che si occupa anche dell’adozione a distanza di bambini palestinesi. Mercoledì 15 settembre sarà a Sassari suor Maria, la religiosa di origini sarde che con le consorelle e altri operatori guida l’asilo “Crèche” di Betlemme, dove sono ospitati molti piccoli palestinesi.  Alcuni dei quali, passata la sera ritornano in famiglia e molti di più restano lì perche una famiglia non ce l’hanno. Così, per aiutarli nella loro crescita, è stata promossa l’iniziativa dell’adozione a distanza e sono già stati diversi i cittadini, anche sassaresi, che si sono fatti coinvolgere in quest’opera umanitaria. Il gruppo sassarese degli Humaniora «Ponti non muri», ha organizzato un incontro con suor Maria, che si terrà alle 17.30 nell’aula magna della scuola elementare del 5º Circolo didattico di via Gorizia. Sarà l’occasione per conoscere personalmente la religiosa e farsi raccontare la situazione della «Crèche de la Sainte Famille» e dei bambini adottati a distanza grazie al progetto Ponti non muri e risponderà alle domande.  Intanto, gli organizzatori si rammaricano perchè quest’anno la Fondazione Banco di Sardegna non ha dato il suo contributo per il Progetto che veniva sostenuto sin dal 2006. «Forse quest’anno – dice Lavinia Rosa – sono stati presentati progetti più validi del nostro. Speriamo che i fondi vadano in buone mani e ci ritenteremo per il 2011. Certo – dice -, dovremo trovare strade alternative per continuare ad aiutare i bimbi di Betlemme». E quindi, anche in occasione del 15 settembre, «Ponti non muri» aspetta ogni suggerimento dei cittadini. Nel frattempo, è in distribuzione la rivista di Humaniora «Ponti non muri» con servizi sulla Crèche e su quella Betlemme che resta spesso sconosciuta. E il giornale racconta la visita a musei, mercati e negozi sotto i portici dove si trovano presepi in legno d’ulivo, khefie ricamate e gioielli in argento, essenze.

Il grazie, così bello e sentito, è di Suor Maria, che ogni giorno opera nell’orfanotrofio La Creche. Un ringraziamento particolare va soprattutto a coloro che stanno sostenendo i bambini della Palestina attraverso l’attività delle Adozioni a distanza.

Il grazie di Suor Maria è anche il nostro.

Domani 14 luglio, ore 18, a Sassari nella Libreria Messaggerie Sarde, don Nandino Capovilla ci presenta il suo libro “Un parroco all’inferno“. Vi invitiamo a partecipare numerosi. Chi volesse saperne di più può cliccare qui e leggere il bell’articolo apparso sul quotidiano la Nuova Sardegna di oggi (eccolo in formato immagine in questo post).

Grazie, vi aspettiamo!

Associazioni al cinema – Visioni Solidali” è un progetto nato nel 2009 dalla volontà di quattro importanti associazioni impegnate nel territorio per diffondere stili di vita più sostenibili, nei confronti del sociale, dell’ambiente e del rispetto degli animali.

Per la sua seconda edizione “Visioni Solidali” si arricchisce e apre le porte ad otto associazioni che, in altrettanti appuntamenti, proporranno film e documentari, alcuni inediti e in prima visione, a sostegno dei propri messaggi. Dal 5 Luglio al 5 Agosto il Cortile di Palazzo Ducale vedrà susseguirsi le proiezioni proposte da Ponti non Muri, Equomondo, Noi donne 2005, Amnesty, Emergency, Intercanvi, Caritas e Greenpeace che con il supporto dei volontari, e in alcuni casi dell’autore o del regista del film, presenteranno le attività e le campagne che le vedono impegnate nel territorio e non solo.

Ad ogni appuntamento sarà possibile incontrare le diverse associazioni nei rispettivi banchetti informativi e sostenerle attraverso la raccolta fondi o l’adesione alle stesse. La partecipazione all’iniziativa, sostenuta dall’assessorato alla cultura del comune di Sassari, è totalmente gratuita ed aperta a tutti i cittadini.

5 luglio
Ponti non muri presenta “Il giardino di limoni”

12 luglio
Equomondo presenta “La Terra degli Uomini Rossi”

20 luglio
Noi donne 2005 presenta “Manooré – La voce delle donne”

22 luglio
Amnesty International presenta “Come un uomo sulla terra”

27 luglio
Emergency presenta “Afganistan effetti collaterali?”

29 luglio
Intercanvi presenta “Assalto al sogno”

3 agosto
Caritas presenta “Persepolis”

5 agosto
Greenpeace presenta “Petropolis”

Per scaricare il materiale: http://www.valeriamameli.com/2010/06/visioni-solidali-2010/

Mercoledì 14 luglio, ore 18:00. Le Messaggerie invitano a riflettere sulle nefandezze della guerra: insieme a Lavinia Rosa dell’Associazione Ponti Non Muri e con Nandino Capovilla, autore del libro “Un parroco all’inferno”, la serata sarà uno spunto per posare lo sguardo sulle vicende descritte nel libro relative alla sanguinosa guerra di Gaza e alle storie di chi la vive quotidianamente.

Leggi il seguito di questo post »

 

Dimostranti palestinesi hanno organizzato ieri una protesta non-violenta a Gaza centrale per manifestare il proprio dissenso nei confronti della costruzione del Muro di separazione tra Gaza e Israele.

Il corteo è stata organizzato dal Comitato popolare contro il Muro israeliano. La folla si è radunata a Gaza City e ha marciato verso la zona cuscinetto ai confini con Israele, sventolando bandiere e striscioni che chiedevano la fine degli attacchi israeliani ai contadini palestinesi dell’area.

Le truppe israeliane aprono frequentemente il fuoco contro i palestinesi vicini alla frontiera. Secondo la loro versione, la presenza della zona cuscinetto e del Muro è motivata da esigenze di sicurezza.

La protesta di ieri non è stata la prima della settimana, ma ha seguito un’altra dimostrazione organizzata martedì e svoltasi al passaggio di Erez (Striscia di Gaza meridionale), durante la quale i palestinesi – insieme ad alcuni sostenitori internazionali – si sono opposti proprio al mantenimento della zona cuscinetto. Il corteo era partito da Beit Hanun.

Fonte:
http://www.nuovasocieta.it/esteri/4869-manifestazioni-contro-il-muro-intorno-a-gaza.html